Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 10:00 a 13:30

Flussi documentali e Protocollo informatico: la PA tende la mano al cittadino [ poste_evento ]

Mercoledi 17 Febbraio ore 10.00

Sala San Francesco, Auditorium Antonianum

Viale Manzoni, 1 - Roma

 

Ad oggi Il 68% delle istanze verso la PA (33 milioni di documenti) sono ancora presentate in modalità cartacea presso gli sportelli della PA stessa.

Situazione analoga si verifica nel caso in cui è la PA a scrivere ai cittadini comunicazioni di valore legale: ogni anno la PA invia circa 150 milioni di oggetti postali cartacei.

Il CAD ha esortato l’utilizzo all’interno delle Amministrazioni dei processi documentali e a partire dall'11 ottobre 2015 le Pubbliche Amministrazioni sono tenute, in base all'articolo 7, comma 5 delle Regole tecniche dell’AGID, ad inviare in conservazione il registro giornaliero di protocollo informatico entro la giornata lavorativa successiva. Il protocollo informatico diventa quindi l’entry point per le comunicazioni tra Amministrazioni ed Amministrazioni e cittadini, abilitando la gestione dei flussi documentali e l'insieme di funzionalità che consentono di gestire e organizzare la documentazione ricevuta e prodotta dalle amministrazioni.

Su questo tema FPA in collaborazione con Poste Italiane organizza un momento di dibattito e confronto tra i responsabili dei flussi documentali delle Amministrazioni centrali e locali.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Introduce e coordina

Intervengono

Caporali
Intervento di Stefano Caporali al convegno "Flussi documentali e Protocollo informatico: la PA tende la mano al cittadino"
Stefano Caporali Product Manager Printing e Document Postel S.p.A. - Gruppo Poste Italiane Vedi atti

Atti di questo intervento

caporali_stefano.pdf

Chiudi

Colasuonno
Intervento di Francesco Saverio Colasuonno al convegno "Flussi documentali e Protocollo informatico: la PA tende la mano al cittadino"
Francesco Saverio Colasuonno Dirigente Ufficio "Demand e processi digitali", Direzione Centrale Organizzazione Digitale - Inail Vedi atti

Atti di questo intervento

colasuonno_f_saverio.pdf

Chiudi

Giovannini
Maria Pia Giovannini Responsabile Area Pubblica Amministrazione - Agenzia per l'Italia Digitale Biografia

Laureata in matematica con lode a Roma all’ Università “La Sapienza” è Responsabile dell'Area Pubblica Amministrazione di AgID - Agenzia per l’Italia Digitale in cui è confluito il soppresso DigitPA, di cui è dirigente dal giugno 2012. Dal 2010 dirigente DigitPA, responsabile dell’Area “Regole, standard e guide tecniche”. Dal 2004 dirigente CNIPA, responsabile dell’Ufficio “Sistemi per l’Efficienza della Gestione delle Risorse Umane e finanziarie e dei flussi documentali e servizi on line per le PA”. Dal 1999 responsabile dell’Area “cooperazione applicativa” del Centro Tecnico RUPA. Referente nazionale per i progetti in materia di dematerializzazione e gestione flussi documentali, area amministrativa contabile e sistemi di pagamento elettronico e rappresentante nazionale della pubblica amministrazione nell’ambito di comitati della Commissione Europea. 

Chiudi

Massella Ducci Teri
Intervento di Enrica Ducci Teri al convegno "Flussi documentali e Protocollo informatico: la PA tende la mano al cittadino"
Enrica Massella Ducci Teri Coordinamento progetti sistemi di conservazione dei documenti informatici - Agenzia per l'Italia Digitale Biografia Vedi atti

Laureata in Matematica. Dopo una lunga esperienza in ambito privato come responsabile di progetti di automazione in diversi ambiti della PA, dal 2000 opera presso la Pubblica Amministrazione fornendo supporto agli Enti e alle Amministrazioni per lo sviluppo di attività operative e formative legate alla Amministrazione digitale con particolare riguardo agli aspetti della gestione dei documenti informatici, della conservazione degli archivi digitali e della dematerializzazione.

Attualmente opera nell’Agenzia per l’Italia Digitale per la definizione di norme e regole tecniche a supporto dell’attuazione dell’Agenda Digitale e per l’esecuzione delle attività di verifica dei conservatori richiedenti l’accreditamento e di vigilanza dei conservatori accreditati.

Coordina progetti di integrazione delle iniziative di e-government sui territori delle regioni del Meridione per l’erogazione di servizi nell’ambito della giustizia e dei beni culturali.

Partecipa a gruppi di lavoro nazionali e internazionali, nonché a Commissioni per la predisposizione di standard UNI e UNINFO, sulle tematiche della gestione dei flussi documentali e della conservazione degli archivi digitali.

È autrice di numerosi interventi a convegni nazionali ed internazionali presso Istituzioni ed Enti pubblici e privati nonché docente presso alcuni corsi di formazione.

Chiudi

Atti di questo intervento

massella_enrica.pdf

Chiudi

Orilio
Intervento di Imma Orilio al convegno "Flussi documentali e Protocollo informatico: la PA tende la mano al cittadino"
Imma Orilio Direttore, Direzione Amministrativa, UOC Tecnologie Informatiche e Telecomunicazioni - Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Nord Biografia Vedi atti

CIO dell'ASL NA 2 NORD da 5 anni, insegna "Sistemi Informativi Sanitari" alla Facoltà di Scienze Infermieristiche della Università "Federico II" di Napoli. Promotrice delle logiche di Business Intelligence e di Analytic Dynamic nell'ambito dell'analisi dei flussi sanitari promotrice di un progetto di interpolazione dei dati sanitari e di quelli ambientali, ricopre da 10 anni anche il ruolo di Energy Manager e da anni si batte per realizzare un sistema di tracciatura del rifiuto speciale all'interno degli ospedali dell'ASL al fine di rendere sostenibile economico ed efficiente il processo di smaltimento dei rifiuti ospedalieri.

Il background aeronautico da cui proviene è servito a sviluppare un grande equilibrio tra la propensione all'innovazione ed il pragmatismo del risultato certo, focalizzando qualunque processo in una prospettiva globale che non tralascia alcun particolare determinante, dall'analisi del rischio alle policy di sicurezza, dalla predisposizione al knowledge sharing alla tutela del dato in relazione alla sua classificazione.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

orilio_imma.pdf

Chiudi

Torna alla home